Comments

Felice di essere invidiato #Pastore Elia Cascio

Felice di essere invidiato #Pastore Elia Cascio

PDG PRATO WORSHIP SERVICE – 03 novembre 2019

Presiede il Past. Giovanni Di Sano

Predica il Past. Elia Cascio

*

“Felice, da essere invidiato”

*

PRES. Questa mattina, invoca il nome che è al di sopra di ogni altro nome, al di sopra di ogni tua debolezza, mancanza, malattia, infermità o legame. Il nome al quale nessuna potenza può resistere e se stai cercando la tua gioia nel fare o possedere qualcosa, ascolta, senza Gesù ciascuno di noi è niente, ma quando hai Lui nel cuore, la gioia entra nel tuo cuore e quando Lui possiede te, entri nella perfezione che è in Lui! Non pensare a Lui “solo” come il Salvatore, pensa a Gesù come al tuo Signore! Gridagli che appartieni a Lui, adora la soluzione che è in Lui, adora il Signore Yeshua! 

Questa mattina, lo Spirito Santo sta lavorando sui sentimenti di alcuni di noi e lo fa senza guardare ai tuoi torti o alle tue ragioni, lo fa invitandoti ad avere fiducia di Lui. C’è chi ha mantenuto rancori, ma lo Spirito Santo sta dicendo:  “decidi di perdonare, perché ami più me di quanto non odi qualcuno…”. Non è per i tuoi sentimenti che puoi dire: “Signore Gesù, questa mattina io decido di perdonare … e lo faccio perché Ti amo Signore è so che tu ti prendi cura di me e mei fido di più di te che dei miei sentimenti e questa mattina prendo la decisione di perdonare, nel nome di Gesù”. 

ORATORE. Perché “dobbiamo” essere felici? Perché Dio ci vuole felici? Perché è importante essere felici? 

Per poter benedire la famiglia. 

Il Salmo 128:1-3 ci fa vedere qualcosa che è semplice, ma fondamentale. Io e te dobbiamo essere contenitori di gioia vera che deve essere trasmessa alla famiglia. La gioia che Dio mette in te non è fine a se stessa, ma serve a benedire la famiglia. 

«Canto dei pellegrinaggi. Beato chiunque teme il Signore e cammina nelle sue vie! Allora mangerai della fatica delle tue mani, sarai felice e godrai prosperità. Tua moglie sarà come vigna fruttifera, nell’intimità della tua casa; i tuoi figli come piante d’olivo intorno alla tua tavola. Ecco così sarà benedetto l’uomo che teme il Signore. Il Signore ti benedica da *Sion! Possa tu vedere la prosperità di *Gerusalemme tutti i giorni della tua vita. Possa tu vedere i figli dei tuoi figli. Pace sia sopra *Israele.»

Attenzione: non sei felice perché tua moglie è una vite fruttifera, ma lei è una vite fruttifera perché risponde all’amore che l’uomo riversa in lei. 

Parlando di “timore dell’Eterno”, prendiamo il Salmo 1 che ci ricorda che l’uomo. Eh teme l’Eterno è colui che prende il proprio diletto nell’Eterno, quello che lascia che sia Dio a governare la propria vita. 

Ancora, il Salmo 25:12-14 ci riporta il collegamento tra il timore dell’Eterno e la  prospettiva di prosperità. 

«Chi è l’uomo che teme il Signore? Dio gl’insegnerà la via che deve scegliere. Egli vivrà nel benessere, e la sua discendenza erediterà la terra. Il segreto del Signore è rivelato a quelli che lo temono, egli fa loro conoscere il suo patto.». 

La Parola ci fa sapere che Dio sta cercando persone che facciano della Sua presenza la fonte della propria gioia per fare tutto questo! 

Dio si rivela a coloro che Lo cercano con bramosia ed è lì che si rivela: non nelle organizzazioni religiose, ma ai cuori che Lo bramano! Quando Dio si rivela a questi cuori, come quello di Davide o Daniele, intere nazioni i vengono sconvolte! 

Efesini 5:1 ci riporta un invito fondamentale: «Siate dunque imitatori di Dio, perché siete figli da lui amati;». 

Tutto il capitolo 5 di Efesini parla della famiglia e al verso 2 ci esorta a camminare nell’amore. «e camminate nell’amore come anche Cristo vi ha amati e ha dato sé stesso per noi in offerta e sacrificio a Dio quale profumo di odore soave.». Nelle nostre case dovremmo essere imitatori di Cristo. 

Il capitolo si chiude con una esortazione all’amore che però non nasce da te, ma proprio dall’essere imitatori dell’Iddio vivente: imitatori che vivono della gioia che è in Lui. Gioia che non nasce dalla scoperta di chi Dio è per te, ma dalla rivelazione di chi tu sei per Lui! Una gioia soprannaturale che va oltre la tempesta che stai attraversando! 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.pdgtoscana.it/wp-content/uploads/2018/06/Church_Half.jpg);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 250px;}