Comments

Essenza della Fede – Pastore Giovanni Di Sano

Essenza della Fede – Pastore Giovanni Di Sano

PDG PRATO WORSHIP SERVICE – 23 FEBBRAIO 2020

PREDICATORE – PASTORE GIOVANNI DI SANO

Essenza della Fede“

Questa mattina voglio continuare con la mia immersione nella Fede. É incredibile come in questo tempo ci sono davanti a noi delle sfide importanti nelle quali dobbiamo usare la nostra fede. In questo momento in cui si sta imponendo il Coronvirus Dio vi chiama ha schierarvi in preghiera per difendere la nazione.

Vi siete mai chiesti perchè ci sono dei credenti che non ricevono quando chiedono a Dio? Come abbiamo detto domenica scorsa, sappiamo che la Fede viene dall’udire e praticare la Parola di Dio. La Bibbia ci invita ad avere una Fede pura e reale. Non dobbiamo basare la Fede sulle nostre esperienze in maniera esclusiva. Se collezionerò una serie di esperienze negative allora potrò dire che la Parola di Dio non funziona. Questo non è esatto: per ricevere le promesse da Dio alcune volte devi salire di livello. Quando non riceviamo spesso manca una Fede reale. Non può esserci Fede fino a quando non conosco la volontà di Dio su quell’argomento.

John Wesley, un grande predicatore e teologo inglese che ha fondato il movimento protestante del metodismo, diceva che il nemico ha dato un sostituto della Fede: l’approvazione mentale. La fede si basa però su ciò che Dio ha detto. Non mi basta esclusivamente credere. Ho bisogno di meditare, dichiarare e agire sulla Parola.

Prendiamo Ebrei 11:6.

Lo scrittore è molto pratico quando deve parlare di fede. Mi colpisce “deve credere che Egli è”, a volte crediamo a Dio per sensazioni. Qui dice che “devi credere che Egli è”. Se incontriamo qualcuno che ti fa conoscere il Mondo Spirituale alcune volte scappiamo dalla situazione. Non c’è bisogno di un profeta per credere che Dio è. Alcune volte non perdoniamo: invece il perdono arriva perchè ubbidisci a Dio e agisci. L’ubbidienza porta miracoli nella tua vita. La Fede funziona al contrario di quello che credeva Tommaso. Credere che Egli è dipende dalle nostre azioni. Queste raffigurano la nostra Fede. Credere che Egli è è essere convinto che Lui è accanto a te.

Cerchiamo Ebrei 11:4.

Abele offrì un sacrificio per Fede. Lui ha dato le primizie che aveva. Gli ha consegnato il futuro. Abele offrì ciò che aveva per testimoniare che Dio era il suo futuro. La Fede ci occorre per ricevere da Dio. I benefici della tua salvezza arrivano nella tu vita per mezzo della tua Fede. Non c’è però un tuo merito nella salvezza.

Senza Fede è impossibile piacere a Dio. Senza Fede è impossibile ricevere la benedizione di Dio. Il fatto che tu venga in Chiesa è un’azione, tu puoi credere ma non avere fede. Dobbiamo accordarci con la Parola di Dio: credi e abbi fede, l’una non esclude l’altra.

Che cosa è la Fede? Leggiamo Ebrei 11:1. La Fede si muove producendo una certezza di qualcosa che noi stiamo credendo. Credere solamente non basta, dobbiamo avere Fede. Al verso 3 leggiamo che per Fede dichiariamo che le cose che vediamo hanno origine nel Mondo Spirituale. Dalla dimensione da dove Dio parla proviene ciò che vediamo. Credere e avere Fede sono due cose differenti. Per far iniziare la mia Fede ho bisogno di credere qualcosa. Non posso iniziare la mia fede se non credo qualcosa. Facciamo un esempio: Romani 10:9-10. Non desidero camminare nella Fede finta ma in quella genuina. Non posso mettere Fede in qualcosa se prima non ho creduto con tutto il mio cuore. Posso credere nel mio cuore ma poi devo agire con la Parola che sto udendo. Il tuo spirito attesta la tua salvezza. Il tuo spirito rinnovato ti fa camminare come un credente rinato. L’unico modo con cui posso perdere la salvezza è dichiarare con la bocca e credere con il cuore di non credere.

Cerchiamo Marco 9:24.

Leggiamo: “Io credo Signore, sovvieni alla mia incredulità”. Lui credeva in Gesù ma aveva bisogno di aiuto perchè non credeva realmente che Gesù potesse guarire sui figlio. Per far agire con la Fede c’è bisogno che prima siano abbattuti i tuoi schemi mentali.

Leggiamo Matteo 8:8.

La Fede del centurione era così grande che costui credeva che non ci sarebbe stato bisogno che Gesù andasse a casa sua per guarire il servo. Quando chiediamo al predicatore di guarire chiediamo una formula magica e non usiamo la Fede. Questa si muove diversamente. Il centurione era pienamente convinto. Quando ricevi una parola per la tua vita, devi agire. Agisci con la consapevolezza che ciò che hai chiesto è già avvenuto nel Mondo Spirituale. Uno dei segni che accompagneranno i credenti è la guarigione. Credi e agisci per Fede. La Parola ci dà dei suggerimenti. Sapete chi è il testimone che ha mostrato Dio? Gesù.

Dio dà un chiara realtà di chi Lui è: Esodo 15:26. Dio si svela come l’Eterno che ti guarisce. Dio abita in una dimensione eterna. Dio non sta dicendo che compie delle guarigioni, non c’è un forse, Dio ha detto qualcosa di eterno. Quello che Dio ha detto dell’eternità rimane per l’eternità. Lui è guarigione. Dove c’è la Sua presenza c’è guarigione, liberazione, salvezza. Sto pregando che la Chiesa entri in questa nuova realtà spirituale: che Lui è tutto quello di cui tu hai bisogno. C’è stato un movimento: i cessazionisti, dicevano che le guarigioni della Bibbia sono relative a quei tempi. Come diremmo che Dio è l’eternità? Il segno della guarigione accompagna tutti i credenti.

Su 3774 versetti dei quattro Vangeli, 484 riguardano la guarigione di malattie fisiche, mentali e la risurrezione dei morti. In Marco, 209 versetti su un totale di 666 riguardano i miracoli di Gesù. Da 1257 versetti nei Vangeli 484 sono dedicati alle guarigioni. Su 37 miracoli riportati dai 4 Vangeli ben 27 sono relativi a guarigioni e resurrezioni!

Gesù nel suo ministero terreno ha dimostrato il carattere del Padre. Non c’è un piano B, quello che Dio ha detto è così. Molti di noi vogliono esprimere il carattere di Gesù, Lui non si è allineato alla cultura, si è allineato a ciò che Suo Padre stava dicendo. Allineati alla Parola di Dio. Voglio darvi delle Scritture dove si parla di guarigione. Gesù guarisce anche te. Gesù guariva ogni malattia e ogni infermità

Voglio darvi dei versi dove si parla di guarigione:

Atti 10:38

Luca 4:40

Luca 6:17-19

Luca 9:11

Matteo 4:23-24

Matteo 9:35

Matteo 12:15

Matteo 14:14

Matteo 14:36

Perchè tutti non sono guariti? Lui vuole chiunque guarito. Lui cerca una persona di fede che si alzi e possa dichiarare guarigione. La Chiesa sulla terra ha una missione specifica. Gesù guarisce malattie nel corpo e nell’anima. Come ricevo guarigione? Credendo nel mio cuore e dichiarando con la mia bocca. Se credo e non ricevo devo esercitarmi di più ad avere Fede. Vi ho dato queste scritture perchè voglio farvi vedere la reale natura di Dio. Dove c’è la Sua presenza c’è guarigione. Quando usiamo il nostro ragionamento facciamo un torto a Dio. Gesù guariva per compassione. Tu non devi mostrare la potenza di Dio ma devi essere mosso dalla compassione di Dio. L’Apostolo Pietro ha compreso la profezia di Isaia. Cerchiamo Isaia 53:4-5. Gesù è stato flagellato: i Romani utilizzavano un flagello particolare, all’estremità del flagello c’erano degli uncini che si aggrappavano alla carne con ilo fine di strapparla e distruggerla flagello dopo flagello. Gesù fu flagellato trentanove volte. Nella versione originale leggiamo “Nasar” che significa. “prendere con l’obiettivo di rimuovere”. Gesù ha preso le tue malattie. Gesù si era caricato dei dolori nell’anima. Gesù è venuto per darci una nuova vita. Leggiamo :“Siete stati guariti” perchè Isaia dice che ogni malattia è già guarita nel Mondo Spirituale. Se ancora non hai visto la gloria di Dio, tu la vedrai.

Ci saranno attacchi nella tua vita, ma sii consapevole che Egli stesso è la vostra guarigione.

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.pdgtoscana.it/wp-content/uploads/2018/06/Church_Half.jpg);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 250px;}