Comments

Missione Possibile – Apostolo Beniamino Cascio

Missione Possibile – Apostolo Beniamino Cascio

Oratore  Apostolo Beniamino Cascio

Predicazione del 07 Giugno 2020

Guarda te stesso e di:”Io sono un missionario”. Una cosa nuova è cominciata. Dietro un tempo difficile che si è vissuto c’è una stagione nuova. Pensavo a Ruth e Naomi. A entrambe era morto il marito. Stavano tornando verso casa senza sapere cosa sarebbe successo. Tornando è cominciata per loro una nuova stagione. Dio aveva già preparato un piano, un progetto. Ruth è diventata la progenitrice di Gesù. Dio ha dato loro un progetto di redenzione da portare avanti. Dio ha bisogno di cuori disponibili. Il Padre è felice di rivelarvi la Sua volontà. Dio ha rivelato a Mosè come fare il tabernacolo per portare in terra la Sua gloria. Miei cari non dovete copiare nulla dalla Terra, dovete copiare quello che Dio vi mostra dalla stanzetta segreta. La cosa importante è stare con il Signore. Lui ci chiede di camminare colo Lui, affinché possa operare. Il mondo che è intorno, guarda noi. Il mondo non vede Gesù, lo Spirito Santo, vede te. Vedendo te è come se vedesse il Padre. In Giovanni 17, Gesù dice questo. Parliamo di missioni, il messaggio è per tutti i credenti. Tutti siamo chiamati ad essere dei missionari. Cerchiamo Marco 9:23, che ci aiuta a capire la figura del missionario. Il possibile dipende da te, le cose impossibili posso diventare possibili tramite te. Il ruolo del credente è credere che in Gesù sia tutto possibile. Gesù sgrida i demoni che stavano straziando questo ragazzino. Tutti pensavano che il bambino fosse morto, Gesù però prese il bambino e lo diede al padre. Siccome sei un missionario, devi camminare per annunciare agli altri il buon messaggio.
Vediamo il comando generico con la specifica dei segni: lo troviamo in Marco 16:15-20. Chi crede, riceve salvezza. Quando impongo le mani, non penso “speriamo che guarisca”, quando imponi le mani sei sicuro che quella persona guarirà. A volte le persone vengono ingannate dal beneficio che arriva subito, dopo pochi giorni tornano dei sintomi bugiardi, e la persona si trova a lasciare tutto. I demoni non sono amici. Esercita la tua autorità. Gesù è stato specifico con quei demoni. 

Il primo comando è per ogni credente. Tu hai una divisa da indossare ogni giorno. Ogni responsabilità ha una propria divisa. Ci sono dei segni che ci devono accompagnare, c’è una divisa che dobbiamo indossare ogni giorno. Che divisa stiamo portando? Abbiamo dismesso le cose orrende e abbiamo indossato Cristo? Se sei in Cristo hai una nuova natura. Tu sei un principe di Pace. In Matteo 28:18-20 Gesù da un comando preciso. Che cosa devi fare con le persone? A volte camminiamo pensando al pensiero che gli altri potrebbero avere di noi. Con Gesù non puoi stare fermo. Abbi fiducia in Lui. Fate discepoli, questo è l’ordine. Insegnate e dimostrate come si vive il Vangelo. Gesù dice solo cose reali: Gesù è con noi! Molte volte camminiamo come se Gesù non fosse con noi! Lui è con te per darti la vita. Cosa è il missionario? È la risposta di Dio al bisogno di una città che sta gemendo, che sta gridando a Dio per aiuto e liberazione. Il missionario è un pioniere, dimostra il Regno di Dio. Il Signore ci fa sapere queste cose perchè noi dobbiamo creare speranza. Il missionario è la riposta di Dio al bisogno di un territorio. Il missionario piega le sue ginocchia e fa battaglia spirituale con la preghiera. In Esodo 2:24-25 vediamo la schiavitù degli Ebrei in Egitto. Dio udì il lamento degli Ebrei. Dio interviene per la fedeltà al patto che ha fatto per te. Quel patto è stato scritto con il sangue di Gesù sulla Croce. Cerchiamo Esodo 3:1, concentriamoci su “Or Mosè”, Mosè ebbe forte convinzione che Dio lo avrebbe usato per liberare gli Ebrei, Mosè uccise la guardia egiziana per proteggere un ebreo. La soluzione non è una violenza. La soluzione è portare l’autorità divina. Passano quaranta anni e Mosè diviene un pastore di pecore. Stasera c’è liberazione per te, tu non devi avere nessuna paura. Dio si prende cura del suo popolo attraverso Mosè. Dio ti ha portato in quel territorio perchè ha sentito il gemito. In cielo c’è una gioia perfetta. Non c’è nessuna sofferenze e dolore. Il lavoro in cielo è gioioso. Giona 1:1-2, Giona fu inviato a Ninive. Ma come sappiamo Giona non volevo andare a Ninive. In Genesi 18:20-21 leggiamo di Sodoma e Gomorra. Le città che hanno un grido sono molte. Gesù dà vita. Tu diventi missionario quando credi che Gesù sia andato sulla croce per te. Il lavoro del missionario è generazionale. Noi siamo quelli che devono ubbidire alla chiamata di Dio. Io so che i miei nipoti sono pronti a cominciare il loro lavoro ministeriale. Ritorniamo a Giona, da Ninive proveniva un grido. In Giona 4:11 leggiamo Giona che si lamenta. Dio conosce tutte le persone che sono nella tua città. Dio ha compassione, pensa pure al bestiame. Sapete che tante persone stanno andando all’inferno? Muoiono e non hanno creduto a Gesù. Il missionario è colui che riceva l’amore di Dio nel suo cuore. John Ji Leich venne chiamato da Dio per fare il missionario in Sud Africa. In Sud Africa non c’era nulla, adesso ci sono chiese. Lui riceveva a casa sua persone in ogni condizione. Entravano malati e uscivano guariti. I missionari devono fare le stesse cose che Gesù ha fatto. Hai una vita? Usala in Cristo Gesù. Piuttosto che non fare più niente, grida a Dio! Dio rispose al grido di Mosè. Quando c’è bisogno, Dio provvede. 

In Isaia 6:8 leggiamo che il peccato regnava sul popolo di Israele. Il Profeta rispose:”Eccomi, manda me”. Quando diciamo:”ci penso io”, mettiamo Dio da parte. Senza mandato non vai da nessuna parte. Tu vai missionario perché sei mandato. Senza il mandato Dio non confermerà ciò che fai. 

Senza averti dato un messaggio, il Signore non ti manda da nessuna parte. Questo messaggio è da Dio se avvengono segni, prodigi e miracoli. Quelli che rispondono alla chiamata, hanno delle priorità. Lui ti chiama presso di Sè. Le tre priorità del missionario:

  • Stare con Lui: avere intimità con il Signore. Il messaggio che dobbiamo portare è quello del Regno.
  • Prima di mandare, il Signore cura, cerca Giovanni 20:21. I discepoli erano serrati in casa. Gesù entra in quella casa e dice “Shalom”. Gesù porta pace. Lui ha trasferito la pace del cielo sulla terra. I discepoli furono liberati dalla paura e riempiti di Spirito Santo. 

Tu sei nel territorio dove ti trovi perchè stai preparano per l’arrivo di Dio. 

In Luca 10:1 leggiamo della designazione dei missionari. 

I missionari hanno queste cose: autorità, potenza, unzione, confini e limiti, compiti e servizi, ti dà un messaggio, franchezza, Fede, amore. 

Noi abbiamo la responsabilità di far sapere al mondo che Cristo Gesù ha pagato. 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.pdgtoscana.it/wp-content/uploads/2018/06/Church_Half.jpg);background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 250px;}